Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





Il fatidico giorno del trasloco: come affrontarlo

Il giorno più temuto è ormai arrivato e gli operai della ditta di traslochi a Roma sono arrivati. Sarebbe meglio viverlo come un giorno di vacanza dal lavoro, guardando e dirigendo tutte le operazioni del trasloco. Anche le ditte più specializzate come www.traslochiroma.it, non disdegnano, durante il carico e lo scarico dei mobili, un’assistenza e un controllo da parte del cliente, in modo da rendere le operazioni più veloci e sicure con la complicità del proprietario. Quindi meglio restare sul luogo del trasloco per indicare magari agli operai della ditta di traslochi a Roma quali mobili caricare prima di altri, o semplicemente per controllare che gli oggetti fragili vengano caricati con delicatezza.

Prima di consegnare le chiavi al nuovo proprietario o all’agenzia, bisogna sempre dare un’ultima occhiata alla casa e controllare che non si sia dimenticato nulla. Durante il trasporto dei mobili, cercare di seguire da vicino il furgone od il camion, anche per controllare che durante il trasporto non succeda nulla. Appena entrati nella nuova casa occorre controllare subito che i vecchi proprietari non abbiano dimenticato nulla, pulire la casa, prima di disfare gli scatoloni; prendere nota delle letture dei contatori della luce, del gas e dell’acqua e togliere dalla plastica le eventuali piante prima di che possano avvizzire. Si può poi già far arrivare i bambini ed utilizzare il famoso kit di sopravvivenza. Estrarre dal kit solo le cose di cui si ha veramente bisogno, come carta igienica e quant’altro per potersi dare una rinfrescata in bagno.

A questo punto si può far iniziare ad aprire gli scatoloni dagli operai della ditta di traslochi a Roma, tirando fuori prima gli oggetti delicati e fragili per controllare subito che non ci siano danni: se ci si accorge che qualche scatolone è stato danneggiato, occorre fare immediatamente delle fotografie all’imballaggio, specialmente se si tratta di oggetti di un certo valore. In questo caso occorre: rilevare subito gli eventuali danni; scrivere i danni sul retro del contratto; far firmare il contratto anche ad un operaio della ditta di traslochi a Roma;  presentare reclamo, inviando una raccomandata, con ricevuta di ritorno. Ci sono solo 8 giorni di tempo, dopo di che non si ha più diritto a nessun tipo di risarcimento, quindi conviene inoltrarla in fretta. Alla fine si possono congedare gli operai della ditta di traslochi a Roma e godersi finalmente la vita nella nuova casa, con tutti i problemi che poi arriveranno.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!