Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





Tac
Tac

La tac: svantaggi e vantaggi

La Tac, che è l’acronimo di tomografia assiale computerizzata, è una tecnica diagnostica che sfrutta  le radiazioni ionizzanti per riuscire ad avere immagini dell’anatomia del corpo umano. Utilizza lo stesso principio della radiologia classica, ma nella radiologia tradizionale si ha un’immagine bidimensionale, mentre in quella della tac si ha un’immagine tridimensionale, trasformata da analogica a digitale. Gli esami che si possono realizzare con la Tac sono vari e ognuno presenta diverse modalità e tempi d’esecuzione; il procedimento con il quale si vanno a ricavare le immagini è basato sulle radiazioni elettromagnetiche che attraversano il corpo umano, che si vanno poi a scontrare su dei detettori che analizzano i dati ricevuti per poi trasferirli ad un computer che analizza i dati producendo le immagini.

 

Nel caso ci sia la necessità, alcune Tac possono anche ricostruire le immagini in diversi piani nello spazio. L’attrezzatura della Tac è composta da un’unità di scansione chiamata gantry, che non è altro che la ciambella da dove osservano i tecnici radiologi, da un generatore non visibile al paziente, dal lettino del paziente, da un elaboratore elettronico e da una console di comando, dove vengono visualizzate le immagini dal tecnico e dal medico. Gli esami della Tac possono essere fatti con e senza il mezzo di contrasto. La Tac negli ultimi anni, con l’avvento delle nuove tecnologie, si è  evoluta facendo passi da gigante come ogni altra metodologia che abbia un funzionamento basato su un computer. Gli esami per cui viene usata questa metodologia sono: tac encefalo; tac torace; tac addome superiore ed inferiore; tac cervicale; tac dorsale; tac lombo-sacrale; tac ginocchio; tac polso.

 

Può anche essere usata per le articolazioni, ma in genere per queste ultime si preferisce usare la risonanza magnetica. Gli svantaggi della tac, come di ogni altra metodologia di radiologia, sono rappresentati dall’immobilità del paziente, il quale deve attenersi ad una posizione a volte scomoda per alcuni minuti, anche se nella tac a spirale questi tempi sono molto ridotti, ma rappresentano sempre dei vincoli. Il mezzo di contrasto, che si deve usare per alcuni esami, è rischioso per quei pazienti che presentano delle intolleranze oppure delle allergie ad esso, rendendo l’esame impossibile da fare. Un problema viene posto poi dalle radiazioni ionizzanti che, pur essendo sommariamente poche, a dosi molto basse, sono sempre nocive per il paziente. Un vantaggio enorme della tac è che puo’ essere eseguita anche con la presenza di pacemaker o di elettrostimolatori.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!