Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





fare il duplicato della carta di circolazione
fare il duplicato della carta di circolazione

Come fare il duplicato della carta di circolazione

La carta di circolazione, chiamata più comunemente libretto di circolazione o libretto, è un documento necessario alla circolazione e alla guida su strada pubblica di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi e assolve alla funzione di attestarne l’idoneità alla circolazione. In caso di smarrimento, sottrazione, distruzione o deterioramento della carta di circolazione, occorre procedere molto urgentemente a richiedere un duplicato. Ma qual è l’iter burocratico che bisogna seguire per ottenere un duplicato della carta di circolazione? Tralasciamo i casi di smarrimento, sottrazione e  distruzione che prevedono la denuncia alle forze dell’ordine e ci occupiamo in questo frangente solo dell’iter burocratico per ottenere il duplicato del documento di circolazione in caso di deterioramento. La procedura per ottenere il duplicato della carta di circolazione può essere effettuata personalmente oppure, in caso di eccessivi impegni lavorativi, si può delegare un’agenzia di pratiche auto, che svolgerà tutte le operazioni necessarie.

 

C’è da dire innanzitutto che l’iter burocratico per entrare in possesso del duplicato della carta dura un mese e quindi, la prima cosa da fare è recarsi all’ufficio postale più vicino ed eseguire due versamenti. Il primo versamento ammonta a 9 euro e va eseguito sul conto corrente numero 9001, l’altro ammonta a 29,24 euro e va eseguito sul conto corrente numero 4028. Realizzati questi due versamenti, occorre dirigersi poi presso l’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile, dove si deve compilare e presentare l’apposita domanda di richiesta di duplicato per deterioramento della carta di circolazione. Alla domanda bisogna allegare copia fotostatica dei due versamenti eseguiti all’ufficio postale, copia di un documento d’identità , in questo caso meglio la patente, in corso di validità e, se si è un cittadino extracomunitario, serve anche il permesso di soggiorno valido. Bisogna poi aggiungere fotocopia del codice fiscale, l’autocertificazione TT2120 e la carta di circolazione del proprio autoveicolo che risulta deteriorata.

 

Consegnato il plico contenente tutta la documentazione, si otterrà un foglio provvisorio della durata di 30 giorni, alla scadenza dei quali, bisognerà recarsi di nuovo presso l’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile per ritirare la nuova carta di circolazione. In tutti gli altri casi, quindi smarrimento, sottrazione e distruzione, prima va fatta la denuncia entro 48 ore agli organi di Polizia, che  rilasceranno contestualmente un permesso provvisorio di circolazione. In questo caso se dovesse trovarsi la carta di circolazione smarrita o rubata, dovrà comunque essere distrutta. Una volta resa la denuncia, l’autorità di Polizia comunicherà all’interessato se riceverà il duplicato direttamente a casa, a cura dell’Ufficio Centrale Operativo (U.C.O.) del Ministero dei Trasporti e della Navigazione, oppure se dovrà recarsi presso l’Ufficio Provinciale della Motorizzazione Civile per presentare domanda.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!