Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





Abbigliamento ecologico
Abbigliamento ecologico

Abbigliamento ecologico: ecco come vestirsi

Ultimamente si rivela sempre più la tendenza a preferire materiali ad impatto zero sull’ambiente per la realizzazione sempre di più cose e in molti settori, dall’edilizia, all’arredamento, fino ad arrivare addirittura all’abbigliamento. L’abbigliamento ad impatto zero ha quindi un’importanza fondamentale nell’ambito del nostro contributo al miglioramento dell’ambiente; vestirsi in modo eologico significa scegliere materiali che non danneggiano l’ambiente, sia nella produzione degli articoli di abbigliamento sia nel processo finale di smaltimento e di biodegradabilità. Anche il mondo della moda si sta sempre più aprendo alle innovazioni che hanno come obiettivo la salvaguardia ambientale.

 

Per un abbigliamento ecologico che si rispetti sarebbe opportuno partire anche dagli accessori, che devono essere “verdi” a tutti gli effetti e che possono essere realizzati anche con materiali riciclati o materiali ecocompatibili. Per gli accessori non c’è che l’imbarazzo della scelta: ci sono bijoux messi a punto con fibre naturali, orologi da polso e occhiali in legno. Per quanto riguarda i capispalla, cappotti e giacche ecologici costituiscono un punto di riferimento per chi ama vestire in modo ecologico. Sono assolutamente da evitare le fibre sintetiche, che si rivelano nocive per l’ambiente e poco salutari anche per la persona. Meglio scegliere i tessuti di cotone o altre fibre naturali, escludendo totalmente i capi per i quali vengono utilizzati le pellicce degli animali. Quando poi si parla di magliette e t-shirt, viene subito alla mente il designer Christopher Davies, che è riuscito a creare una t-shirt composta solo da materiale organico. Si tratta della “Carbon T-shirt”, realizzata completamente in cotone organico e con colori ad acqua.

 

Il rispetto dell’ambiente è assicurato. Da non dimenticare nemmeno i pantaloni ecologici; spesso infatti non si pensa all’impatto ambientale che i jeans possono comportare. Meglio orientarsi verso fibre naturali, che non producono danni ambientali, soprattutto per la loro facile biodegradabilità. Anche se qualcuno non ci crederà, esiste anche l’intimo ad impatto zero. A questo proposito non possiamo non ricordare i capi di abbigliamento intimo fatti con fibre ricavate dal mais, in grado di ridurre le emissioni di anidride carbonica e la produzione di energia per la realizzazione di questi capi d’abbigliamento. E per finire, non potevano mancare di certo le scarpe, per un abbigliamento totalmente ecologico. La collezione ecologica di Cushe è composta di scarpe pensate appositamente per chi ama camminare in città nel segno dell’ecocompatibilità. Scarpe “verdi” che si adattano perfettamente alle tendenze a favore della salvaguardia ambientale.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!