Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





porte blindate
porte blindate

Le porte blindate sono sufficienti per fermare gli intrusi?

Mettere al sicuro le proprie case dalle indesiderate visite dei ladri ha un'enorme importanza al fine di tutelare sia i beni posseduti che la vita degli abitanti della casa. Per offrire maggiore sicurezza si effettua l'acquisto di porte blindate, ma quanto queste sono efficienti per bloccare le visite degli intrusi? La ricerca di protezione e sicurezza tra le mura di casa, visto l'aumentare delle effrazioni, è diventata ormai costante e tali porte sono uno degli strumenti considerati in grado di fornire maggiore sicurezza. Negli ultimi anni esse hanno subito diverse trasformazioni, soprattutto per ciò che riguarda le serrature che vengono utilizzate, in modo da dare maggiore sicurezza al cittadino che le acquista. Attualmente esistono porte blindate con serrature di tipo meccanico o di tipo elettronico.

Quelle meccaniche hanno internamente una struttura d'acciaio che può essere a cilindro, a profilo europeo, e a doppia mappa. Le serrature elettroniche invece utilizzano o la chiave, o un telecomando a distanza, o tessere magnetiche, o un tastierino alfanumerico. Quando si acquista una porta blindata, il consiglio che viene dato maggiormente è quello di scegliere una serratura combinata: il prezzo della porta sale leggermente, ma aumenta anche il grado di sicurezza che offre la porta. Dato il prezzo consistente, è bene scegliere tra quelle fatte di materiali in grado di mantenere nel tempo la sua piena funzionalità e anche l'estetica. E' importante sapere che per rendere la porta blindata ancora più efficace, è fondamentale fissarne il telaio al muro, al fine di aumentarne la tenuta in caso di tentativi di furto. Per fare questo, al bordo del telaio si saldano zanche d'acciaio che poi vengono fissate al muro con cemento a presa rapida. In questo modo porta e muro diventano un blocco unico. Sarebbe bene poi rinforzare la muratura in prossimità della porta; spesso, sopratutto nei condomini, vengono usati i mattoni forati, che rendono il muro “fragile”.

L'aggiunta di una rete elettrosaldata sotto l'intonaco o l'uso di materiali consolidanti, risolve anche questa problematica. Ma a questo punto, siamo davvero al sicuro? Gli infissi sono un punto d'accesso sempre sotto minaccia. Non bisogna trascurare tutte le altre vie d'accesso: le finestre. Si potrebbero applicare grate alle finestre, soprattutto quelle dotate di un semplice vetro, o, se questo nuoce all'estetica, utilizzare infissi con vetri antisfondamento. Un altro utile deterrente è il sistema d'allarme. Ne esistono di svariate tipologie e la loro funzione, più che impedire il reale accesso dei malintenzionati, è quello di invitarli a desistere. L'allarme attivandosi attirerà sicuramente l'attenzione del vicinato e in alcuni casi anche direttamente le forze dell'ordine. Anche l'uso di un sistema di videosorveglianza può limitare l'accesso ai non autorizzati. Chiunque, in vista di eventuali indagini, rischia di essere ripreso e riconosciuto attraverso le immagini fornite dal sistema. Questi sistemi permettono il controllo di ampi spazi, lungo il perimetro delle abitazioni e sono molto utili in caso di singole abitazioni, circondate per esempio da un ampio giardino. Un'altra soluzione è la scelta di un cane da guardia.

Con la sua sensibilità, è in grado di individuare ed intervenire in situazioni di pericolo, mettendo in fuga o tenendo impegnati gli intrusi. Non si tratta di una soluzione tecnologica, ma di un animale domestico, per cui la scelta di un cane implica anche un costo per il suo mantenimento e la necessità di un costo per il corso di addestramento. Ma col suo affetto sicuramente saprà ripagarvi.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!