Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





corso AutoCAD
corso AutoCAD

Un corso di AutoCAD o un corso di Solidworks? – A voi la scelta...

Coloro che intendono cimentarsi nel mondo del disegno tecnico assistito sono sempre più indecisi nella scelta del software da adottare. I dubbi aumentano legittimamente nel momento in cui si è intenzionati a versare somme di denaro per frequentare un corso di AutoCAD oppure di Solidworks. Quale dei due scegliere? Proviamo a fare un po’ di chiarezza. SolidWorks è ciò che viene definito un modellatore solido con approccio parametrico, utilizzato per il disegno 3D. Con il termine “parametrico” si intende che le grandezze possono essere messe in relazione tra di loro, modificandone eventualmente i valori assunti durante qualsiasi fase del processo di disegno.

AutoCad, per contro, nasce prevalentemente come strumento per il disegno 2D, pur disponendo di limitate funzionalità 3D. Autodesk, l’azienda sviluppatrice di Autocad, distribuisce anche Inventor, un programma con approccio parametrico per il disegno e l’assemblaggio di parti solide, del tutto simile al prodotto della Dassault Systemes. SolidWorks è un software 3D per l’ingegneria meccanica di tipo CAD (computer-aided design) che gira su sistemi Microsoft Windows e basato sul kernel Parasolid.

I parametri di gestione possono assumere sia valori numerici (lunghezza delle linee, diametro di circonferenze, ecc), sia valori geometrici (tangenti, parallele, cerchi, ecc). I primi possono essere associati tra di loro attraverso l’uso di relazioni, facilitando il raggiungimento degli obiettivi del disegnatore. Anche Autocad, come SolidWorks, è un software di tipo CAD (progettazione assisitita dall’elaboratore) funzionale al disegno (2D e 3D) e alla progettazione. Si tratta di uno dei primi programmi CAD capace di girare su personal computers, in particolare del tipo IBM. In origine la maggior parte dei programmi CAD girava su mainframe o computers connessi a singoli terminali dedicati appunto alla grafica. Le prime versioni di AutoCAD utilizzavano entità semplici come linee, cerchi, archi e testo per generare al termine del processo, oggetti più complessi.

Successivamente il software ha cominciato a supportare oggetti personalizzati grazie ad interfacce di programmazione C++ Le versioni più moderne di AutoCAD includono un ricco set di strumenti per la modellazione di solidi di base. Si può affermare che la modellazione 3D vera e propria sia nata con la versione 2007 del software, la quale ha semplificato l’utilizzo del programma nel lavoro a tre dimensioni e in particolare nella modifica di modelli 3D. Attualmente AutoCAD, sia nella versione a 32 bit che in quella a 64, gira nativamente solo su piattaforma Windows. Chiaramente esistono emulatori che ne consentono l’utilizzo con altri sistemi operativi, a discapito tuttavia delle performance nella lavorazione con oggetti 3D. Scegliere un software piuttosto che un altro dipende certamente dal tipo tipo di lavoro da svolgere, ma anche da aspetti e condizioni del tutto soggettive (usabilità dell’interfaccia, sistema operativo utilizzato, disponibilità economiche).

Molti esperti ritengono tuttavia che le potenzialità di SolidWorks vengano valorizzate nella progettazione 3D, mentre AutoCAD prevalga invece nelle due 2 dimensioni. Questo dunque un quadro di massima sulle differenze tra i due software. Esisitono ad esempio molte scuole di formazione in cui vengono organizzati indistintamente corsi di autoCAD e corsi di SolidWorks , a conferma del fatto che i due programmi appaiono sempre meno alternativi l’uno all’altro. Come si diceva....a voi la scelta!


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!