Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





Fotografie di matrimonio
Fotografie di matrimonio

Fotografie di matrimonio, attimi di eternità

Un album fotografico è un elemento immancabile di un matrimonio, un modo per conservare e rivivere sempre ricordi ed emozioni bellissime. Grazie alle moderne tecniche è possibile realizzare scatti incredibili e senza tempo.

Il giorno delle nozze è uno dei traguardi più importanti per una coppia di innamorati, sia che essi decidano di sposarsi in comune che in chiesa. Non solo la cerimonia in sé, la sua bellezza sta anche nelle celebrazioni e ricevimento successivi, con tutti gli amici e i parenti. Si tratta di uno dei momenti che maggiormente verranno conservati nella memoria degli sposi e dei loro ospiti, un attimo bellissimo e irripetibile che come tale deve essere celebrato e preservato.

È proprio per questo motivo che un fotografo professionista per matrimoni diventa una figura irrinunciabile, di ogni genere, paese e religione. In questi periodi di crisi si cerca di ridurre il budget investito fino all’osso, ma il fotografo è considerata una di quelle spese di cui non si può proprio fare a meno. Il prezzo per questo genere di servizio può variare notevolmente, a seconda del numero di scatti e delle strumentazioni utilizzate. Alcuni fotografi più al passo con i tempi realizzano anche dei veri e propri film o corti, altri si dotano di droni per riprendere il ricevimento e i suoi partecipanti anche dall’alto.

Nonostante l’impiego di tecniche sempre più avanzate e la progressiva digitalizzazione della professione, i vecchi e cari album fotografici sono tuttora molto in voga e anzi, sono sempre più richiesti dalle giovani coppie di sposi. Ovviamente questi album non contengono tutte le foto che vengono scattate (se ne fanno fino anche a 1500),raccolgono più che altro le immagini più significative e gli scatti più belli. L’avvento della tecnologia ha dato però la possibilità ai fotografi e ai loro clienti di conservare tutte le foto scattate all’interno di dvd, cd e hard disk che arrivano a contenere migliaia (o milioni) di immagini.

Il motivo per cui la tradizione degli album fotografici del matrimonio è ancora così in voga èprobabilmente la soddisfazione e la gioia derivanti dallo “sfogliare” letteralmente i propri ricordi, per rivivere le emozioni legate a quel giorno così importante e ridere dei momenti più divertenti passati con i propri cari. Non esiste nulla che, al pari delle fotografie, sappia risvegliare sensazioni così vivide, anche a distanza di molti anni, ecco perché è così importante immortalare ogni attimo in un click.

Essendo quindi un aspetto tutt’altro che trascurabile di un matrimonio, è fondamentale conoscere in anticipo che tipo di servizio si desidera avere, tra classico, in stile reportage, con pose oppure naturale, che si concentri sugli sposi o che riesca a descrivere tutta la giornata e via dicendo. Tutto deve poi tenere conto del tema scelto per il matrimonio e mantenersi ad esso coerente. Una volta stabilito tutto ciò occorre comunicarlo al fotografo, cercando di spiegargli la propria idea. Tramite il confronto con un professionista, di solito si arriva a risistemare le proprie scelte, rendendole più realistiche e fattibili, senza dover comunque rinunciare alla propria idea di fondo.

Generalmente poi con il fotografo si concorda anche il tipo di album fotografico da realizzare, se tradizionale oppure in versione fotolibro. L’album tradizionale è un classico di ogni generazione, anche se ad ogni periodo si evolve in base alle nuove tecniche di realizzazione. Così un album tradizionale di oggi, rispetto ad uno realizzato in una generazione precedente, ha una qualità delle foto nettamente superiore, grazie anche al fatto che oggi è possibile rivedere le foto prima di stamparle e modificarle tramite programmi di photo editing.

Il fotolibro invece ha di particolare che le foto non vengono applicate sulle pagine dell’album, ma sono esse stesse le pagine dell’album. In questo modo l’album sembra più un libro delle favole della buonanotte, con pagine spesse e resistenti che dureranno più a lungo nel tempo. Il fotolibro, inoltre, consente una maggiore manipolazione grafica con numerosi effetti fotografici e particolari impaginazioni.

Sia in un caso che nell’altro, comunque, gli sposi, solitamente dopo almeno un paio di mesi dal matrimonio, verranno convocati dal fotografo per selezionare, tra centinaia di scatti, quelli che dovranno essere inseriti nell’album e testimoniare, per gli anni a venire, la magia di quel giorno.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!