Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





mercato dell\'oro usato
mercato dell\'oro usato

Cosa è cambiato nel mercato dell'oro usato?

Cambiano le regolamentazioni nella vendita dei gioielli

Per molto tempo abbiamo avuto una considerazione non proprio ottima per gli operatori compro oro e gioielli preziosi, ma da quando il governo ha deciso di applicare nuovi leggi nel settore, tutto è mutato. Il cliente viene tutelato al massimo e vendere oro usato, argento e gioielli preziosi è più semplice e sicuro. Le nuove regole delle attività di compro oro, in base a quanto decretato nella legge 92/2017 attualmente in vigore, apportano novità assolute per monitorare approfonditamente, tutto il settore della compravendita dell'oro e dei preziosi.

Fino a poco tempo fa, gli operatori dei compro oro, al contrario di quelli del banco metalli, non avevano una regolamentazione precisa ma bastava che fossero in possesso di una licenza di commercio nel settore. Inoltre, non avevano l'obbligo di chiedere al privato la provenienza dei gioielli che voleva alienare.

Le discipline sono cambiate per evitare al massimo le attività di riciclaggio e per contrastare quegli operatori che non sono regolarmente iscritti alla Banca d'Italia.
La nuova normativa impone che vi siano i presupposti di tracciabilità ed ogni operatore deve necessariamente chiedere un documento d'identità al cliente ed annotare la trattativa su un apposito registro che può essere visionato dalla guardia di finanza in qualsiasi momento o da altre forze dell'ordine qualora lo ritengano necessario per svolgere delle indagini.

Cosa impone la nuova normativa

Per vendere oro usato a Roma e in tutte le cittadine della nostra penisola, i titolari dei compro oro devono sottostare alle ferree leggi imposte dalle normative recenti emanate in attuazione 'dell’articolo 15, comma 2, lettera l), della legge n.170 del 2016'.
È prevista l'iscrizione categorica nell'albo degli operatori professionali compro oro per lo svolgimento della loro attività nel settore della compravendita di oro, argento e gioielli preziosi, l'uso di un registro dove annotare le varie transazioni, la documentazione anche fotografica dell'oggetto che si sta acquistando. Inoltre, gli operatori sono tenuti a dotarsi di un conto corrente dedicato totalmente alle transazioni di compravendita del materiale prezioso.

Tali discipline sono volte a contrastare l'esercizio abusivo della professione e se non si osservano, si viene puniti con 3/4 anni di reclusione più delle sanzioni salatissime che arrivano fino a 10 mila euro di multa. Le multe sono previste anche se non si osservano gli obblighi di comunicazione all'OAM o se non viene denunciata una transazione sospetta. L'operatore, infatti, ha l'obbligo di informare le forze dell'ordine se ritiene che un cittadino voglia vendere degli oggetti preziosi provenienti da furti o altre attività illecite.

Liberarsi dei gioielli rotti o usati in tutta sicurezza

Grazie alle nuove regole per le attività dei compro oro, i privati cittadini che vogliono liberarsi di oro rotto usato a Roma, possono farlo nella completa sicurezza.
Vendendo i propri preziosi, si potrà ottenere un guadagno in contanti fino a 499 euro altrimenti, l'esercente è tenuto ad effettuare un bonifico sul conto del cliente. Il consiglio è quello di rivolgersi ad operatori seri al fine di non incappare in persone disoneste e si suggerisce di entrare solo in negozi con brand conosciuti e con un marchio identificabile.

La capitale italiana è provvista di questi punti di comprovata fiducia e serietà che agiscono a norma di legge, che sono visibili in rete grazie ad una piattaforma e che sono registrati su facebook. Per verificarne l'attendibilità si possono leggere le recensioni di clienti che hanno già usufruito del servizio. In rete ci sono molte recensioni di chi ha ricevuto un servizio perfetto e vuole mettere al corrente gli utenti con una sua opinione positiva.

Vendere il proprio oro è una scelta importante che deve essere ponderata affinché se ne tragga un cospicuo guadagno ed è fondamentale scegliere un compro oro affidabile, che si assuma le proprie responsabilità e, soprattutto, che rilasci una ricevuta della transazione in modo che il cliente abbia a disposizione un documento che attesti che ha ricevuto dei soldi per una regolare vendita di oro o metalli preziosi.

Con questa nuova disciplina l'operatore dovrà tracciare l'operazione di compravendita con delle foto fatte da varie angolazioni, compilare un attestato e effettuare una serie di altri adempimenti fiscali. Il suo lavoro aumenterà decisamente, ma rimane la soddisfazione del cliente e la gratificazione dello stesso operatore.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!