Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





stagionatura del Parmigiano Reggiano
stagionatura del Parmigiano Reggiano

La stagionatura del Parmigiano Reggiano

La stagionatura del Parmigiano Reggiano può essere capita con facilità grazie a un sistema di bollini colorati: ogni colore segnala un grado di stagionatura diverso, in maniera da permettere ai consumatori di gustare il proprio formaggio preferito avendo le idee perfettamente chiare.
Entrando nello specifico, la stagionatura compresa tra i 18 e i 24 mesi viene indicata con il Bollino Aragosta. Questo formaggio, ideale in accompagnamento a un vino bianco piuttosto secco, ha una base lattica notevole, e presenta note vegetali di verdura lessa, frutta, erba e fiori: a tavola, è perfetto per gli aperitivi, soprattutto se viene associato a qualche fetta di pera o di mela verde.

La stagionatura del Parmigiano Reggiano compresa tra i 22 e i 30 mesi, invece, viene indicata con il Bollino Argento. Questo formaggio si fa apprezzare per la sua consistenza friabile e granulosa, e al palato viene esaltato dai vini rossi molto strutturati: emana profumi di burro fuso e di frutta fresca, e il suo sapore è arricchito da note di agrumi e di frutta secca che regalano anche un tocco esotico. A tavola, viene preferibilmente servito in petali sottili o in scaglie un pò più consistenti: il suo accompagnamento ideale è quello con poche gocce di aceto balsamico emiliano, di Modena o di Reggio Emilia.

Infine, la stagionatura del Parmigiano Reggiano superiore ai 30 mesi viene indicata con il Bollino Oro. Questo formaggio viene definito stravecchio, ed è gustosissimo sia con il miele (il contrasto tra dolce e salato regala sensazioni straordinarie), sia con l'aceto balsamico. Come si può facilmente intuire, la sua stagionatura molto prolungata gli regala una consistenza asciutta e friabile, che lo rende adatto anche come snack di metà mattina o come merenda nel pomeriggio. Note speziate e richiami di frutta secca contribuiscono a dare origine a una complessità di aromi tanto evidente quanto apprezzabile. Il suo sapore deciso ne rende consigliabile l'utilizzo in numerose preparazioni culinarie.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!