Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





auto vendute all\'asta
auto vendute all\'asta

Auto all'asta

Partecipare ad un'asta giudiziaria per l'acquisto di un'autovettura è piuttosto semplice: qualsiasi privato cittadino può prendere parte alle vendite giudiziarie e fare un'offerta per gli autoveicoli in vendita.

Le aste giudiziarie effettuano vendite forzate di diverse tipologie di beni, i quali sono generalmente stati pignorati tramite procedura esecutiva ad aziende o privati. Decidere di acquistare un'auto tra i beni proposti in un'asta potrebbe in qualche occasione rivelarsi un buon affare, in quanto i prezzi sono solitamente molto più bassi rispetto ai prezzi di mercato. Le aste possono avvenire con o senza incanto, oppure a trattativa privata.

Quando si tratta di vendita di autovetture le forme più diffuse sono quelle a trattativa privata oppure vendita con incanto. Il giudice o un suo delegato presiedono la vendita e le offerte saranno effettuate tramite rilanci di un importo minimo stabilito a partire dal prezzo di base fissato in precedenza. Il bene verrà aggiudicato all'offerente che proporrà il prezzo più alto

. La partecipazione è semplice, ma non sempre si rivela altrettanto facile riuscire a portare a termine l'acquisto proponendo l'offerta migliore. Per essere in grado di valutare con correttezza le auto proposte sarebbe consigliabile tenere a mente eventuali costi di riparazione per macchine incidentate, il costo dei diritti di asta e le relative tasse.

Sarà quindi importante informarsi prima sulle condizioni del veicolo che si intende acquistare, ed eventualmente sulla possibilità di vederlo personalmente prima di effettuare un'offerta, sul prezzo di base e sulle modalità con le quali si terrà l'asta, sulla disponibilità dei documenti e della targa.

L'acquisto di alcune auto, se prive di documenti (libretto di circolazione e certificato di proprietà), di chiavi o della targa, potrà comportare alcune difficoltà al momento di portare a casa la vettura acquistata, oppure ulteriori spese per l'immatricolazione ed eventuali tributi amministrativi; è consigliabile inoltre informarsi che il veicolo non sia gravato anche da eventuali ipoteche o fermi amministrativi, o se l'auto abbia subito una contraffazione della targa o del telaio, che andranno ovviamente ripristinati in modo corretto.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!