Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





pompe funebri
pompe funebri

Anche i funerali fanno parte della vita

Ci sono momenti nella vita che ci rendono tutti uguali, vengono azzerate le differenze economiche e di cultura, accomunati tutti dalla triste realtà che un lutto comporta.

La morte di una persona cara è un momento di dolore che prostra e destabilizza; che sia un evento improvviso o l’epilogo di una lunga malattia, ci coglie sempre impreparati.

Solo nel momento nel quale ci dobbiamo confrontare con questa trite situazione, possiamo renderci conto di quanto la professionalità degli addetti delle imprese di onoranze funebri possa esserci di aiuto e di conforto.

Nella vita a tutti sarà capitato di presenziare ad un funerale ma, solo quando ci si trova nella situazione di essere la persona preposta a doverlo organizzare, ci si rende conto che è assai difficile e complesso, perché le incombenze sono tante e la situazione emotiva non aiuta.

La scelta del cofano, un elemento imprescindibile in tutti i funerali, potrebbe sembrarci il momento saliente ma, così non è; altre sono le cose importanti sulle quali dobbiamo prendere decisioni, rapide e definitive.

Nel caso in cui la persona defunta non abbia lasciato in forma scritta le proprie volontà, per cui non saremmo chiamati a dover prendere decisioni in sua vece, sarebbe buona prassi rispettare quelle che può aver espresso, anche se solo verbalmente.

Forse la scelta fondamentale che si deve fare è quella della destinazione finale della salma; inumazione, tumulazione o cremazione. La scelta della cremazione deve essere fatta solo se espresso desiderio della persona defunta, sia in forma verbale che scritta; in caso di forma verbale, il parente più prossimo sarà chiamato a firmare l’autorizzazione. Negli altri due casi non necessitano permessi particolari, in quanto, entrambi usi assai comuni e diffusi, anzi, fino a qualche anno fa, gli unici riconosciuti dalla chiesa.

Recandoci, a fronte della dipartita di una persona cara, presso l’agenzia di pompe funebri da noi scelta, potremo, stabiliti i punti salienti che determineranno lo svolgimento del rito funebre, delegare a loro tutte quelle che sono le incombenze organizzative e burocratiche. Purtroppo è una realtà ma, anche di fronte ad un evento luttuoso, la legge ci impone l’obbligo di procurarci delle documentazioni per poter svolgere il rito funebre. Se poi ci troviamo nella situazione di dover fare un trasferimento della salma, attraversando diversi territori comunali, i documenti aumentano in maniera esponenziale.

Proprio per questi motivi è sicuramente opportuno affidare l’incarico di occuparsi del funerale ad un’agenzia funebre di nostra fiducia. E’ assolutamente sconsigliato, e anche vietato per legge, nel caso in cui il decesso sia avvenuto in una struttura ospedaliera od in una casa di cura, accettare la proposta di agenzie proposte dalla struttura.

Come per tutti gli eventi importanti della nostra vita, anche per l’organizzazione di un funerale, è opportuno chiedere un preventivo scritto che riporterà il costo di ogni singola voce. Ci sono delle voci di spesa che sono imprescindibili, quali il cofano, il trasporto o le pratiche amministrative. Gli altri costi accessori, possono essere anche azzerati; volendo, per fare un esempio, si possono evitare i fiori o i necrologi.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!