Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





electrical switchboard
electrical switchboard

Elaborazione di un impianto elettrico domestico o electrical switchboard

Ogni abitazione, possiede un impianto elettrico, che rappresenta una delle strutture più importanti di una casa, esso deve essere strutturato a norma di legge in modo da garantire la sicurezza necessaria.
Un'abitazione domestica, deve poter assicurare a chi vive all'interno, una quantità di elettricità necessaria per far funzionare tutti gli elettrodomestici, la luce e ogni elemento che si alimenti a corrente.
Un impianto elettrico, è formato da più parti, il quadro elettrico o electrical switchboards che gestisce in modo generale la distribuzione dell'energia attraverso cavi e interruttori, un salvavita, tutte le prese necessarie per far funzionare i vari elettrodomestici, e una serie di interruttori per accendere e spegnere le luci il tutto assicurato da una messa a terra adeguata.
Per gestire in modo sicuro i tre cavi conduttori principali, si usano dei colori distintivi che sono:

  1. Nero (oppure grigio, marrone o rosso) per la fase in corrente
  2. Blu chiaro o celeste per il neutro
  3. Verde al giallo per il conduttore per la messa a terra

Questi colori, rimangono invariati, diventa così semplice distinguerli l'uno dall'altro in qualsiasi impianto recente (forse nei vecchi impianti non troverete queste differenze di colori per cui essi vanno maneggiati con estrema prudenza).
Si possono suddividere gli impianti in interni ed esterni.
Quelli interni, sono all'interno delle pareti oppure sotto il pavimento, quelli esterni rimangono sulla superficie dei muri, chiusi da un coperchio e i cavi di collegamento, sono protetti da canaline.
Un impianto a vista, è certamente meno estetico di uno incassato, ma dove possibile, lasciatelo al di fuori perché quando dovrete fare una manutenzione o una modifica, non dovrete necessariamente rompere il muro complicando notevolmente le cose e spendendo una cifra molto più alta.
Oggi, un impianto esterno eseguito ad opera d'arte, non viene neanche notato.

Creazione di un “electrical switchboard”

La creazione di un impianto per uso domestico, non è una cosa complicata ma richiede la conoscenza necessaria e l'installazione effettuata da un elettricista esperto abilitato privato, oppure alle dipendenze di una ditta.
La prima cosa che fa, basato sulla planimetria dell'alloggio, è stendere uno schema dettagliato di tutte le prese necessarie in ogni stanza e la traccia che i cavi dovranno seguire da una parte all'altra.

Partendo quindi dal quadro elettrico, dirotterà la corrente dove necessario.

Egli, si consulterà con voi per conoscere le vostre esigenze, è possibile che in una stanza siano richieste più prese che in un'altra. In cucina per esempio potrete aver bisogno di molti punti da cui poter prendere la corrente mentre nel bagno serviranno senz'altro molto meno (e comunque non sarà sicuro metterne molte perché è un ambiente umido).

Tenete presente che nel quadro elettrico è installato un contatore che impedisce di superare una certa quantità di corrente agendo anche da monitoraggio al sovraccarico di corrente, per cui non potrete esagerare nell’uso di troppi elettrodomestici tutti insieme.
Un esempio potrebbe essere il caso in cui stiate usando la lavastoviglie, contemporaneamente alla lavatrice e al ferro da stiro, dopo pochi minuti, l'interruttore quadro elettrico scatterà e impedirà altra erogazione di corrente.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!