Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





lavorazione della carta
lavorazione della carta

La lavorazione della carta: procedimenti e curiosità

Tutti giorni maneggiamo fogli di carta eppure sono pochi quelli che conosco realmente come vengono realizzati.

Il procedimento per ottenere la carta assume diverse caratteristiche a secondo dell’utilizzo che bisogna fare della carta stessa, riflettendo quindi anche sul colore, sulla grammatura, sulla lucentezza, la resistenza e l’opacità.

Per ottenere differenti risultati bisogna naturalmente utilizzare diverse tecniche produttive e solo l'esperienza unita all'alto livello di competenza può permettere di realizzare prodotti in grado di soddisfare tutte le aspettative (per maggiori informazioni sulla produzione della carta Cartotecnicasci).

La cellulosa è il prodotto che sta alla base di ogni produzione. Si tratta di una sostanza ricavata dalla lavorazione del legno e in natura ne esistono ovviamente diverse tipologie: con fibre lunghe o corte e con numerose altre caratteristiche che vanno ad influire sul risultato finale.

Il legno viene ridotto in fibre elementari attraverso il suo inserimento in una macchina chiamata pulper e successivamente le fibre vengono idratate con l’acqua per diventare flessibili e rendere l’impasto fibroso. A questo punto si procede con la raffinazione, ovvero una serie di sbattimenti che uniscono le fibre compattandole e migliorandone la resistenza.

Si tratta di una fase molto delicata, che serve a dare alla carte delle caratteristiche ben precise, come la resistenza, l’impermeabilità e l’opacità. L’impasto viene poi sottoposta a lavaggio e bollitura, due procedimenti che consentono di liberarlo dalle impurità e da eventuali corpi estranei rimasti durante la lavorazione.

Viene miscelato poi insieme ad altre sostanze chimiche e collanti, e disteso in un telo di formazione che consente di liberarlo dall’acqua in eccesso. A questo punto l’impasto viene fatto essiccare fino ad ottenere il foglio finito, che passa attraverso dei cilindri rotanti per essere pressato, lisciato e infine arrotolato in grandi bobine.

Arrivati a questa fase della lavorazione bisogna decidere se il foglio deve essere sottoposto ad altri trattamenti, come ad esempio la patinatura, che consiste nello stendere sul foglio una miscela di pigmenti.

Attualmente i processi di produzione della carta si sono affinati, tenendo conto delle più moderne tecniche e tecnologie, e uno dei fattori dei quali si tiene sempre più conto è quello relativo alla tutela dell’ambiente mediante l’utilizzo di legname di recupero e scarti di altre lavorazioni.

Un progresso continuo che ha come scopo quello di fornire un prodotto di qualità ed uno degli strumenti più rilevanti all’interno della nostra società.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!