Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





bande di Bollinger
bande di Bollinger

Le bande di Bollinger

L'indicatore noto come “bande di Bollinger” è stato sviluppato da John Bollinger nei primi anni '80. Tali bande sono degli ottimi indicatori di volatilità dei mercati, tanto che oggi sono utilizzate dalla maggior parte degli analisti tecnici. Come si possono calcolare le Bande di Bollinger? Se si guarda un grafico preso dalla propria piattaforma di trading Forex e si applica l'indicatore delle bande (ogni piattaforma permette di farlo in automatico) si possono notare tre linee: la prima è quella centrale, ovvero una media mobile semplice, la seconda è la banda superiore, data dalla banda centrale più un certo valore di deviazione standard, mentre la terza è la banda inferiore formata dalla banda centrale meno un certo valore di deviazione standard.

Cosa è la deviazione standard? Si tratta di un indicatore della volatilità spesso usato nella statistica descrittiva che viene aggiunto in maniera automatica dal nostro trader mentre stiamo operando con questo indicatore.

Tornando al nostro grafico, si nota come quando la volatilità aumenta, le bande tendono ad allontanarsi tra di loro, mentre se la volatilità diminuisce, allora le bande tendono ad avvicinarsi. Come concetto di base possiamo dire che maggiore è la volatilità e più grande sarà la deviazione standard, quindi le bande superiore ed inferiore saranno più distanti dalla media mobile. Accade esattamente il contrario quando la volatilità si indebolisce, dato che le bande hanno una naturale tendenza a stringersi.

Nel momento in cui il prezzo attuale di mercato dovesse trovarsi al di sopra della banda superiore, potremmo trovarci in una situazione di ipercomprato, mentre se esso dovesse trovarsi al di sotto della banda inferiore, potremmo trovarci in una situazione di ipervenduto. Per poter operare, in entrambe i casi, è sufficiente inserire una posizione nella direzione opposta al trend in corso quando i prezzi “sforano” le bande.

Un particolare momento del mercato in cui stare attenti è legato ad una fase in cui la volatilità è bassa. Accade che una fase di volatilità eccessivamente bassa spesso precede delle fasi di accelerazione e di volatilità molto elevata. E' difficile sapere in questi momenti quale sarà la futura direzione del trend, la cosa migliore è attendere la rottura di una delle due bande esterne ed andare nella direzione della rottura stessa.

Come abbiamo potuto vedere, le bande di Bollinger sono uno strumento decisamente interessante e vantaggioso per operare nel forex.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!