Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





idraulico
idraulico

Problemi con il rubinetto? Consigli dell’idraulico

Si pensa che bene o male tutti senza distinzione sappiano a cosa serve un rubinetto, ovvero a gestire tutti gli aspetti che hanno a che fare con l’acqua che fuoriesce da esso. Sino a che questo funziona bene non ci sono problemi, ma cose come tempo e deterioramento possono portare questo oggetto a non funzionare correttamente, e occorre porvi rimedio, magari con un idraulico affidabile a Torino ma non necessariamente.

Le più comuni difficoltà col rubinetto chiuso sono identificabili in due categorie: l’acqua che appare nei pressi della borchia e sulla ceramica, oppure quando dal rubinetto esce acqua o come un filo o come gocce.

Per rimediare non volendo chiamare un idraulico, bisognerà chiudere opportunamente l’interruttore dell’acqua, che sia quello locale o quello generale a seconda dei casi e delle necessità (in alcune case potrebbe essere presente ad esempio solo l’interruttore generale) e poi aprire il rubinetto incriminato. 

Se appare dell’acqua nei pressi della borchia e sulla ceramica, l’elemento incriminato è il dado che ha la funzione di premistoppa. Bisogna in questo caso smontare la vite che fa capo alla manopola e toglierla tirandola verso l’alto, si tolgono sia la borchia che il dado in testa e la guarnizione ormai vecchia, si ripulisce la sede del tutto e si piazza una guarnizione che per funzionare a dovere deve essere nuova. Fatto quanto sopra il tutto dovrebbe essere sistemato senza bisogno di chiamare un idraulico che siate a Torino o in altri posti.

Se il problema non si risolve…

Se invece il problema che si presenta è l’acqua che esce o come un filo o come gocce nonostante il rubinetto sia chiuso allora la causa di ciò va ricercata nella guarnizione ad anello oppure nel suo alloggiamento. Anche in questo caso non è per forza necessario un intervento di un idraulico a Torino o altrove.

La cosa da fare allora è smontare la vite che sta in cima alla manopola del rubinetto, poi si tira via la manopola tirandola verso l’alto, si smontano i vari elementi che sono guarnizione, borchia, rondella e ghiera.
Poi con una particolare pinza (che l’idraulico ha di sicuro oppure la trovate nelle ferramenta di Torino e non) si si bloccano tutti gli elementi che fanno da sostegno al rubinetto nella parte sovrastante, cioè dove prima c’erano la rondella e la ghiera, stando attenti a non danneggiare nulla.
Ora bisognerebbe usare una chiave a pappagallo smontare la parte superiore e si rimpiazza la guarnizione ad anello, e si controllare l’alloggiamento per essere sicuri che non ci siano difetti.


Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!