Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!





differenziare la plastica
differenziare la plastica

Come differenziare la plastica

Di tutti i materiali che sono riciclabili grazie alla raccolta differenziata, parte integrante dello smaltimento rifiuti Roma, la plastica è forse quello che meglio si presta per un riciclaggio quasi completo. Tuttavia occorre fare molta attenzione alla tipologia di plastica di cui si sta parlando.

Riciclare la plastica è un dovere per tutti i cittadini ma fin troppo spesso questo dovere viene trascurato e finisce per venire meno, ecco perché abbiamo deciso di puntare alla sensibilizzazione con questa breve guida al riciclo della plastica che aiuterà sicuramente a rendere più semplice la raccolta della plastica in casa vostra.

Cosa si può riciclare e cosa invece no

La regola base del riciclaggio di questo materiale è che si possono differenziare solo gli imballaggi, i flaconi ed i contenitori, mentre la maggior parte degli oggetti di plastica in genere non possono esserlo. Attenzione, dal 1 Maggio 2012 ad esempio sia i bicchieri che i piatti di plastica usa e getta possono essere riciclati come plastica e non più buttati nella raccolta indifferenziata, come afferma il COREPLA (Consorzio Recupero Plastiche).

I 4 passi da seguire

Chiarito quanto detto, vediamo quali sono i quattro passi alla base della raccolta differenziata della plastica che occorre osservare:

  • Si consiglia vivamente, per prima cosa, di togliere ogni eventuale tappo da tutti i contenitori; ad esempio nel caso delle bottiglie di plastica.
  • Il passo successivo è lavare accuratamente tutti i contenitori in modo da eliminare le tracce del loro precedente contenuto e prima ancora togliere eventuali etichette di carta per smaltirle separatamente. Da effettuare un lavaggio con particolare enfasi se utilizzate ad esempio vasetti di Yoghurt che se non lavati a dovere vanno gettati nei rifiuti indifferenziati.
  • Il terzo passo è pressarli a sufficienza in modo da fargli perdere volume, lo spazio infatti costa sia a livello di trasporto che nei processi di recupero successivi, di conseguenza meglio ridurlo al minimo.
  • Il quarto ed ultimo passo da seguire nella raccolta e la differenziazione dela plastica è quello più scontato ma purtroppo non sempre ovvio: gettare la plastica negli appositi contenitori per la raccolta differenziata. Questa è sicuramente la fase più importante, assolutamente banale a dirsi ma assolutamente importantissimo da tenere bene a mente.

Desideri pubblicare sul blog? REGISTRATI GRATUITAMENTE e proponi i tuoi articoli!